Camaleonte e Coronavirus: lo Shampoo per camaleonte aiuta a prevenire

Lo shampoo per camaleonte deve avere un PH medio, né troppo acido né troppo basico. Insaponate con cura la pelle, facendo attenzione a non ignorare alcuna parte.

Bentornato sul mio blog! In questo articolo scoprirai come lo shampoo per camaleonte sia un passaggio necessario per aiutare a prevenire il Coronavirus. Se sei qui probabilmente possiedi un camaleonte e hai il timore che possa essere un vettore dell’infezione. Scopriamo assieme la verità!

L’emergenza Coronavirus sta mettendo in ginocchio il mondo intero. Il virus si è diffuso inizialmente nella regione di Wuhan, in Cina, per poi raggiungere l’Australia, l’Europa e infine le Americhe. È molto importante che tutti quanti facciano la propria parte per cercare di arginare i danni. Se siete in dubbio, consultate le FAQ del Ministero della Salute.

Un camaleonte afro ha bisogno di un buono shampoo
Solo un ottimo shampoo gli permette di mantenere questo look

Camaleonti e salute

Sembra ormai assodato che gli animali non siano un vettore di infezione per il Covid-19. Questa è una notizia molto importante da diffondere, per evitare che si moltiplichino gli abbandoni ingiustificati (anche se di questi tempi un cane è la scusa migliore per fare quattro passi fuori casa).

La domanda che ti sei fatto però è di certo la seguente: tutti parlano solo di cani e gatti, ma il camaleonte? È possibile che il tuo camaleonte ti contagi? Cosa posso fare per unire il mio amore per il camaleonte con il mio desiderio di prevenire il Coronavirus?

La risposta è: assolutamente no! Questo ovviamente se non te lo mangi, visto che sembra assodato che questo annoso problema sia nato dalla discutibile abitudine di cibarsi di pipistrelli e simili animali più adatti a storie dell’orrore.
Ma se sei su questo blog, sei sicuramente un amico dei camaleonti, quindi il problema non si pone proprio.

Attenzione però!

Resta però un problema: chi ci dice che il virus non si depositi sull’epidermide del camaleonte e poi non ti contagi quando lo raccogli per riempirlo di baci?

La domanda purtroppo è molto sensata, ma la risposta è a portata di mano, proprio quelle mani che siamo invitati a lavarci spesso!

Per uccidere eventuali virus che si annidano sul vostro compagno cangiante, dovete assicurarvi che sia ben pulito. Prendete il vostro shampoo per camaleonte preferito, rimboccatevi le maniche e dedicate un quarto d’ora a lavare accuratamente il vostro amico.

L’acqua deve essere tiepida o calda, mai fredda (i camaleonti amano i climi caldi e tropicali). Lo shampoo per camaleonte deve avere un PH medio, né troppo acido né troppo basico. Insaponate con cura la pelle, facendo attenzione a non ignorare alcuna parte. Risciacquate e ripetete l’operazione (non si è mai troppo sicuri).

Se utilizzate amuchina o altri prodotti a base alcoolica, fate molta attenzione agli occhi.

Camaleonte e Coronavirus. Parola chiave: Prevenzione!

Non ci stancheremo mai di ripeterlo: tutti quanti dobbiamo fare la nostra parte affinché questa crisi passi alla svelta. Gli scienziati stanno lavorando alacremente alla soluzione, e noi dobbiamo restare in casa. I piccoli gesti di ogni giorno possono fare la differenza: non vogliamo certo che un nuovo focolaio si venga a creare perché abbiamo voluto risparmiare qualche goccia di shampoo per camaleonte!

Se è la questione etica che ti preoccupa, leggi questo mio articolo dove spiego che il camaleonte ama lo shampoo, e qualsiasi voce che sostiene che non debba essere fatto va considerata una fake news pericolosa.